23 Settembre 2020
blog
percorso: Home > blog

Crisi turismo? Un voucher e passa la paura

Gestire un Hotel, Lifestyle
scritto da Mario Whitehead il 25-05-2020 14:29
starstarstarstarstar(3)
L'evento del tutto eccezionale ha posto tutti gli albergatori e gli operatori del settore turistico di fronte a una realtà impensabile, a cui certo nessuno era preparato. Sono due gli aspetti principali della loro gestione che sono stati colpiti: quello finanziario e quello economico, scelte che, se orientate verso una delle due, può portare a compromettere l'altra.
Oggi tutti sappiamo che per far fronte ai pagamenti con fornitori, dipendenti, banche ed altri impegni in generale, sono venute meno le entrate che fino a fine Dicembre coprivano le varie movimentazioni, portando di conseguenza all'interno di un'azienda turistica un innalzamento del fattore di panico, aggravato ancor di più dall'incertezza sulla durata e dalla poca chiarezza nel muoversi del mondo politico attraverso i molteplici decreti.
Le varie restrizioni e la tanta confusione ha comportato e comporterà una scarsa reattività della ripresa.
Oggi, è stata definita la manovra del Governo, attraverso il Decreto Rilancio per la Fase 3, dove si è pensato di dare una spinta al turismo per placare il panico, attraverso la realizzazione del voucher vacanze.
Ma attenzione, come diciamo spesso noi al Sud, non è tutto oro quello che luccica!
Tutte le aziende del settore turismo hanno trascorso circa due mesi, davanti ai propri pc, vedendosi recapitare fiumi di email di cancellazione delle prenotazioni attive, dai vari portali di prenotazioni turistici, dai Tour Operator, dalle aziende ed altri, trovandosi in una condizione fuori dal normale nelle molteplici richieste di rimborso.
Da questa fase di disdette è scaturito un problema finanziario per molti operatori turistici, nella preoccupazione di gestire le disdette e le eventuali minacce attraverso cause legali, negando loro il rimborso onde evitare il tracollo finanziario della propria azienda, ma optando attraverso la valutazione per ogni singolo caso, a fornire un voucher di spostamento della prenotazione, così come previsto per legge.
Oggi viene fuori un nuovo voucher, il cosiddetto Bonus Vacanze.
Il Bonus vacanze è un credito utilizzabile in un'unica soluzione in relazione ai servizi resi dalla singola struttura ricettiva.
Come funziona:
La persona che ne ha diritto, fa richiesta del voucher tramite il sistema INPS, che provvederà a consumare presso una singola struttura in un'unica soluzione.
Il totale dovrà essere documentato da fatturazione elettronica, ma non potrà essere utilizzato attraverso le piattaforme online turistiche che noi tutti conosciamo come Booking.com, Expedia ed altri, che nella maggior parte delle volte orientano verso una prenotazione mirata di una detta località, evitando grazie al sistema di recensioni, le cosiddette fregature del caso.
L'aspetto che sinceramente non condivido, considerando che il 2020 non sarà un anno mirato al guadagno reale, ma destinato alla sola sopravvivenza del sistema turismo, che questo bonus verrà accreditato come credito di imposta da spendere per pagare tasse, banche o da cedere a fornitori (se qualche fornitore per sbaglio lo accetterà).
Una struttura per sopravvivere ha bisogno di liquidità e non di crediti di imposta che vadano ad agevolare solo le grandi strutture, che fatturando milioni di euro hanno la possibilità di farsi carico di questi voucher per compensare i pagamenti in uscita.
A mio modesto parere questo strumento porterà al fallimento di molte piccolissime e medie realtà imprenditoriali del settore turistico.
Dal mio punto di vista, il bonus vacanza è un'operazione di sola propaganda, ma che nei fatti, aiuta ben poco l'economia di un territorio, fatta soprattutto di attività imprenditoriali familiari e piccole imprese.
Sono del parere che da una crisi del genere, come quella che stiamo vivendo oggi noi tutti a livello mondiale, possiamo uscirne soltanto immettendo liquidità nel sistema aziendale, un meccanismo che contribuirebbe a limitare i danni dei mesi di chiusura, favorendo un po' di respiro, attraverso lo stanziamento di una quota a fondo perduto.
Ma vediamo nel dettaglio il Bonus vacanza, come è articolato.

Potranno richiederlo solo le famiglie con Isee non superiore ai 40mila euro, suddivisi per i seguenti importi, in base al nucleo familiare:

500 euro spettano alle famiglie di 3 persone
300 euro ai nuclei familiari di due persone
150 euro spettano ai single

Si tratta di uno sconto, quindi, nessuna illusione di ricevere soldi liquidi tra le mani. Per essere più chiari l'importo del bonus vacanze sono soldi che per l'ottanta per cento vengono applicati come sconto dalla struttura alberghiera il restante 20% sull'imposta del reddito di ogni cittadino.
In conclusione, come operatore del settore turistico, posso affermare che il percorso di questo anno 2020, lo vedo molto duro da superare, perchè molte delle piccole e medie aziende italiane del settore turismo, senza liquidità e con una sofferenza di liquidità pregressa, saranno destinate a reinventarsi per evitare un fallimento assicurato.
Uno Stato che fa finta di non vedere la vera esigenza di un sistema ormai al collasso, è uno Stato fallito in partenza.




Booking.com
Valutazione complessiva
5 stelle
3
4 stelle
0
3 stelle
0
2 stelle
0
1 stelle
0
starstarstarstarstar
Monica 25-05-2020
Illusioni
Ciao Mario, sai già quanto ti stimo, e quanto stimi le tue capacità imprenditoriali.
Lo stesso problema lo sto riscontrando anch'io nel mondo wedding.
Mesi passati a rispondere a mail, chiamate e wa in risposta a sposi che rimandavano il matrimonio; ed anche ora a riapertura ....Atelier assolutamente vuoto!
Cosa dire..una colossale presa in giro per tutti.
Il turismo..con le frontiere chiuse...bloccato, e senza il turismo straniero, i nostri fantastici laghi morti, gli Italiani terrorizzati!!
Mancano le famose mascherine certificate...ne avrai sentito parlare..quelle da 50 centesimi.. quelle per cui il governo ha anticipato 15 milioni di euro per averle.
Negli altri stato ci sono ovunque. Noi no.
Però avremo ben 500 euro di bonus vacanze!!! Wowwww!!!
A parte che si dovrà vedere chi avrà il restante (Il nostro Stato pensa che una famiglia di 3 persone, con 500 euro va in vacanza...facciamo provare ad andarci loro, se bastano) ed in più naturale che li anticipino gli imprenditori turistici!!
!Certo perché se una struttura apre farà cosi tanti soldi da pagare tante tasse e vedersele ridurre!! Pensa avrai meno tasse!!!! Una fortuna!!
Certo vedo molto duro il periodo!
Al confine con la Svizzera, vedo una ridente Lugano, con cittadini sorridenti, gelato in mano sul lungo lago!!
Probabilmente il Covid non ha il passaporto..
E prego, se qualcuno legge questo messaggio ...non mi commenti dicendomi che prima di tutto viene la salute.
Il nostro Stato ci ha terrorizzato, avvilito, schiavizzato.
Ci ha imposto di chiudere tutto le frontiere, le ditte, le attività.
Ed in cambio ha mandato in prima linea medici ed infermieri senza protezioni!!
Li ha mandati al macello con le mani avvolte nei sacchi della pattumiera...per difendersi ed un assorbente come mascherina!!
A marzo..quando già dai primi da gennaio avevano ricevuto le segnalazioni!
Ha fatto morire le imprese, 600 euro alle partite iva.? 600 euro come mangia una famiglia, paga le bollette, l'affitto il bollo e l'assicurazione di una macchina?
Però abbiamo i 600 euro per il monopattino elettrico, e 500 euro per andare in vacanza!!
Paura Mario, il turismo, il wedding, la ristorazione ed il commercio è al muro ..la gente finisce con l'uccidersi! Ma questo non lo si dice..sono morti di Covid anche le 30 persone che a Como si sono buttate sotto un treno o si sono impiccate!!
Io tutte le sere vado a dormire e spero...spero che mi venga l'ennesima idea geniale che viene a noi imprenditori italiani!!
Non certo in un aiuto,.lo auguro tanto anche te...perché dopo una vita di lavoro, 24 ore al giorno con tutta la passione e l'entusiasmo che ci mettiamo noi, dopo anni di tasse versate fino allo strozzinaggio tutto ciò non ce lo meritiamo.
Perché anche in Svizzera, in Germania e non continuo..c'è stata la pandemia....eppure l'economia è ripartita...chiediamoci come mai!
starstarstarstarstar
Angela 25-05-2020
Illusioni
Sinceramente credo che in tutto questo l unico che ne ricaverà guadagno sarà lo stato ,per noi queste sono soltanto pure illusioni
starstarstarstarstar
Mario_whitehead 26-05-2020
Giuste considerazioni Monica e Angela
Buongiorno Monica e buongiorno Angela.
Concordo pienamente con i vostri pensieri.
La questione più scandalosa da chiedersi, perché ci hanno imposto due mesi di blocco totale e poi il 03 Giugno 2020, sarà riaperto tutto, compreso i confini ed il traffico aereo dai paesi esterni, come se non fosse successo nulla.
Il problema che in Italia, nelle decisioni non siamo buoni a mantenere una linea, ma ogni volta ci mostriamo i burattini di un sistema ben collaudato. Una cosa è certa,Che lo Stato è cosciente di non essere in grado di poter gestire la crisi economica, quindi ha deciso di aprire tutto compreso il flusso di persone provenienti da altri paesi senza quarantena, per avere la scusa buona, di gettare fango sull'Italia o che è poco diligente quando ritornerà la Pandemia, avendo così di fronte al fallimento delle Aziende la scusa plausible per lavarsi le mani e poter cedere così il Made In Italy alle aziende tedesche, francesi, cinesi e americane. Praticamente verrà attuata una Troica per ripulirci completamente del Made in Italy. È un gioco ben chiaro quello che si prospetta. Come si dice chi vivrà vedrà. Noi più di quello che stiamo facendo, provando a reinventarci in mille modi, altro non possiamo fare, perché è una cosa più grande di noi ed è gestita da pochi potenti, che ci stanno usando per raggiungere il loro obiettivo. Io la vedo così. Purtroppo dobbiamo cercare di resistere. Buon lavoro e buona giornata



Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio



Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa Privacy
Testo dell´informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa Privacy  obbligatorio